Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni
Tu sei qui: Home / Attualità / Relazione trimestrale I/2020: Alpi Resilienti? Come l’emergenza COVID-19 colpisce la regione alpina

Relazione trimestrale I/2020: Alpi Resilienti? Come l’emergenza COVID-19 colpisce la regione alpina

Relazione trimestrale I/2020

Relazione trimestrale I/2020: Alpi Resilienti? Come l’emergenza COVID-19 colpisce la regione alpina

Le restrizioni nella vita quotidiana si fanno sentire pesantemente – l’emergenza Coronavirus colpisce il lavoro e le attività quotidiane delle persone in tutta Europa. COVID-19 è il nome di questo nuovo virus, che attualmente sta causando catastrofi in tutto il mondo con lock down, chiusura di spazi e strutture ricreative, negozi e cancellazioni di eventi. Ciò produce effetti massicci sull’economia e sulla vita sociale – soprattutto nella regione alpina.

Fin dall’inizio per la Rete di comuni lo scambio reciproco di esperienze è stato al elemento prioritario delle attività. Di solito si tratta di esperienze che i nostri comuni e regioni membri sviluppano orientandosi verso una maggiore sostenibilità. Ora vorremmo proporci anche come piattaforma per i momenti di crisi. In questa situazione di tensione, avrete da affrontare questioni di difficile soluzione: come si può riorganizzare il lavoro in municipio? Altri comuni offrono soluzioni per l’home office? Come comunicare con la popolazione? Come convincere chi si ostina a non ascoltare ragioni? In questi casi potete far ricorso all’intelligenza collettiva e contattate il Segretariato della Rete di comuni all’indirizzo info@alpenallianz.org ponendo le vostre domande. Siamo lieti di aiutarvi, perché siamo convinti che il superamento di questa crisi può essere ottenuto solo come atto di solidarietà!

In questi tempi difficili la Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” si fa carico delle proprie responsabilità nei confronti di comuni membri, organizzazioni partner, collaboratrici e collaboratori, colleghe e colleghi. Perciò la conferenza sulla comunicazione sul clima “Ascoltare, condividere, stabilire dei contatti” è stata per il momento rinviata alla nuova data 30 giugno – 1 luglio 2020 a Bolzano/IT. Per il nuovo appuntamento manteniamo la collaborazione con la CIPRA International, l’associazione Città alpina dell’anno e il Comitato consultivo sul clima alpino. Invariato anche il tema di come un’adeguata comunicazione possa facilitare la transizione verso Alpi neutre dal punto di vista climatico e resilienti. Oggi più che mai stiamo sperimentando che in tempi di crisi è indispensabile una comunicazione speciale. Quindi, anche di fronte alla crisi climatica, è importante trovare il tono giusto per parlare del riscaldamento globale e promuovere una maggiore sostenibilità. I workshop interattivi e gli esempi pratici sono concepiti per trasmettere conoscenze e idee.

Anche la manifestazione “Turismo all’aria aperta con vista sul futuro – tra cambiamento climatico, rivendicazioni di sostenibilità e nuove tendenze” (25/26 maggio, Prien am Chiemsee/DE) è stata annullata. Su incarico del Ministero federale tedesco per l’ambiente, la protezione della natura e la sicurezza nucleare, la Rete di comuni insieme alla CIPRA International aveva organizzato questo convegno di due giorni nell’ambito di una serie di eventi nel quadro della Convenzione delle Alpi. Si sarebbe dovuto prendere in esame la questione di come lo sport all’aria aperta possa essere una forza trainante per lo sviluppo sostenibile del turismo nello spazio alpino in tempi di cambiamenti climatici e scarsità di risorse. Attualmente si sta valutando se sia possibile un rinvio all’autunno 2020. In considerazione dell’attuale situazione determinata dall’emergenza COVID-19, il tema al centro dell’evento in programma subirà una variazione: la resilienza come fattore di sviluppo sostenibile nel settore del turismo – dal punto di vista sia ecologico, sia economico o sociale – dovrebbe contribuire a far progredire le misure congiunturali.

Anche nell’ambito del progetto Interreg Spazio Alpino “HEALPS2” stiamo lavorando a nuove idee per lo sviluppo di un turismo sostenibile. L’obiettivo principale è quello di sviluppare uno strumento per individuare le risorse naturali di una destinazione per poi pianificare strategicamente il loro utilizzo sostenibile a fini sanitari e turistici. Alleanza nelle Alpi sta testando lo strumento in tre regioni pilota per verificarne la fattibilità e per integrare le esigenze degli stakeholder locali. Partecipano le regioni Montafon/AT, Ammergauer Alpen/DE e Bregenzer Wald/AT; tutti i membri interessati avranno accesso ai risultati del progetto. In ultima analisi HEALPS2 si propone di posizionare lo spazio alpino come un luogo attraente con effetti benefici sulla salute a livello globale.

In particolare dopo l’attuale crisi, i divieti di viaggiare a livello alpino e le frontiere chiuse, le regioni turistiche avranno bisogno di impulsi innovativi per reinventarsi e rendersi attraenti. Pensiamo e speriamo di poterli individuare con HEALPS2 e la manifestazione sulle attività sportive all’aperto.

 

Mantenetevi in buona salute!

Marc Nitschke e il team di “Alleanza nelle Alpi””

 

Con questa relazione trimestrale, “Alleanza nelle Alpi” desidera informarvi sulle recenti attività della Rete. In conformità con il nostro principio guida “Confronto – impegno – concretezza”, desideriamo fornirvi conoscenze e competenze per fornire anche al vostro comune una solida base per l’adattamento alle sfide future. Ulteriori informazioni sui nostri progetti ed eventi sono disponibili su www.alpenallianz.org.

 

 

 

Navigazione